Koh Samui, la fine del viaggio

Scoprire l'isola in una settimana.

119

Trenta minuti di traghetto (viaggiamo sempre con Lomphrayah) ed eccoci a Koh Samui. Il solito pulmino bianco ci aspetta per portarci all’hotel. Abbiamo scelto il Crystal Bay, un resort molto carino che nasconde una spiaggia da incanto, forse la più bella dell’isola! Beh è l’ultima settimana e ce la godiamo alla grande!

Crystal Bay
Benvenuti al Crystal Bay.

Giusto il tempo del check-in e ci mostrano la camera. Wooow!!! Davvero grande e confortevole, in stile moderno, nuova, pulita e con una bellissima vista sul mare!

Vista dalla nostra camera.
Vista dalla nostra camera.

E’ proprio il caso di dire benvenuti in paradiso!!!! 😀 Non resistiamo neanche un attimo, tiriamo fuori i costumi e splash!!!! Un bel tuffo nelle acque limpide e trasparenti. Usciamo solo perchè comincia a fare notte ed è ora di riempirci un pò lo stomaco! Per questa sera non ci allontaniamo, preferiamo mangiare nel ristorante dell’hotel, ma a dire la verità restiamo un pò delusi. Il cibo lascia un pò a desiderare, sarebbe stato molto più buono e saziante un semplice toast!

La mattina seguente guardiamo fuori dalla finestra e pensiamo che è proprio un peccato lasciare la spiaggia, ma non ci disperiamo più di tanto! In compenso ci aspetta un’escursione per Koh Tao e Koh Nangyuan, considerata l’isola più bella della Thailandia!

Koh Nangyuan e Koh Tao
Koh Nangyuan e Koh Tao.

E’ formata da tre isolotti collegati tra loro da una lingua di sabbia. Un vero paradiso tropicale caratterizzato dalla spiaggia bianchissima, dalle acque cristalline ricche di pesci e dalle rocce a contrasto con il verde della vegetazione. Un paesaggio che bisogna vedere piuttosto che descrivere!

Abbiamo trascorso una giornata indimenticabile restando incantati da cotanta bellezza! 

Ritornati a Koh Samui, arriviamo in hotel, una doccia e via! Rieccoci come di consuetudine sull’isola a fermare uno di quei camioncini con il retro aperto per raggiungere la nostra destinazione. Stasera saremo al Fisherman’s Village.

Fisherman's Village.
Fisherman’s Village.

Non ci sono pescatori, è un piccolo paesino con pochissime strade fiancheggiate da tanti edifici bassi, da hotel moderni, tantissimi ristoranti e bar. Mentre camminiamo tra le poche bancarelle che si incontrano, siamo davvero indecisi su dove fermarci a mangiare! Il lungomare di sera è pieno di tavoli per una cenetta romantica in riva al mare, c’è addirittura un cinema organizzato sulla spiaggia. Un’atmosfera bellissima! 

Cinema al fisherman's village
Cinema al fisherman’s village.

Girovagando, comunque, decidiamo di abbandonare la cucina thai e ritornare per una sera ai nostri sapori con un super hamburger del “The Seaside steakhouse“!!! Buonissimo e per di più dal nostro tavolo abbiamo assistito ad uno spettacolo con il fuoco che si è svolto in acqua, molto suggestivo!

Triplo hamburger al "Seaside".
Triplo hamburger al “Seaside”.

Il Fisherman’s Village, pertanto è molto tranquillo adatto alle famiglie, alle coppie e a chi non ha voglia di fare le notti in bianco!

Torniamo, e nonostante la stanchezza non esitiamo a continuare a programmare il nostro viaggio. All’appello manca Ang Thong, il parco marino nazionale. Uno dei motivi per cui la maggior parte dei turisti visita Koh Samui o koh Phangan.

Raggiungere questo parco non è certo una comodità. Se si sceglie una barca tradizionale ci vorrà circa un’ora e mezza per arrivarci e fare andata e ritorno risulterebbe pesante. D’altra parte, se si sceglie una speed boat il costo è più elevato e sbattere continuamente sulle onde può non risultare piacevole. In entrambi i casi, però, vale la pena andare.

Ang Thong Park
Ang Thong Park.

Decine e decine di isolette rocciose tutte ricoperte da alberi. Alcune nascondono sentieri alquanto faticosi che portano a punti di vista che tolgono il fiato e ad una laguna dalle acque verdi incastonata tra le montagne.

Laguna di Ang Thong
Laguna di Ang Thong.

Durante la visita si farà anche un giro in canoa, ma vi raccomando non restate indietro o sarete richiamati in continuazione dalla guida (noi ne sappiamo qualcosina!!! :-D).

Dopo aver pranzato ci portano su una spiaggia molto caratteristica che non appartiene al parco marino perchè sulle isolette non è possibile fare il bagno (le spiagge sono quasi inesistenti). Le acque, pertanto, caratterizzate da un intenso color verde non sono adatte allo snorkeling (spesso sono torbide) e, pecca più grande è che al 90% troverete la spiaggia molto affollata, il che non vi permetterà di apprezzare il paesaggio nella sua completa bellezza. Nonostante tutto, è un posto fantastico, imperdibile per gli amanti della natura e per tutti coloro che amano il mare. 

Spiaggia vicino Ang Thong
Spiaggia vicino Ang Thong.

Che dire, la Thailandia l’abbiamo trovata veramente favolosa. La semplicità delle persone, i loro sorrisi e i loro posti caratteristici… un incanto! E’ davvero il posto giusto se cercate una vacanza rilassante immergendovi allo stesso tempo in un mondo totalmente diverso. Qui trovate il nostro itinerario di viaggio da cui potrete prendere spunto e se avete domande non esitate a commentare i post inerenti. 😉 

Alla prossima tappa!
Turisti Nati.
Turisti Nati.
Vota tu il post, prima degli altri.
Per favore attendi...